Questa è un’antica tecnica Ishaya per sanare le relazioni.

 

Si tratta di usarla una volta al giorno e ci vogliono circa cinque minuti. Utilizza la tecnica con innocenza, senza aspettative o giudizi. Gli effetti potrebbero essere profondi.

 

1. Per prima cosa siediti comodamente e chiudi gli occhi. Permettiti di restare in uno spazio amorevole. Richiama alla memoria un momento in cui ti sei sentito amato. Se non puoi individuare uno spazio amorevole, andrà bene anche uno spazio neutrale.

2. Nella tua mente, visualizza una luce rosa piena di amore che irradia dal tuo cuore e ti avvolge.

3. Ora richiama alla memoria un’immagine amorevole di te stesso. Questa tua immagine può provenire da qualsiasi momento della linea del tempo della tua vita. Se non puoi rintracciare una tua immagine amorevole, prendine una neutra. Se non riesci a vedere alcuna immagine, è sufficiente averne l’intenzione.

4. Porta questa tua immagine davanti a te fuori dalla bolla di luce rosa che ti circonda, visualizzati mentre copri l’immagine con la luce rosa. Quando l’immagine è coperta, lasciala andare.

5. Poi, prendi un’immagine amorevole di ciascuno dei tuoi familiari più stretti – madre, padre, fratelli, figli, ecc (anche se deceduti). Copri ogni persona con una bolla di luce rosa, poi lasciala andare e passa alla persona successiva.

6. Porta davanti a te l’immagine di qualunque persona con cui tu abbia un carico emotivo o qualche disagio. Coprila con l’amorevole luce rosa e lasciala andare. Se trovi difficile evocare un’immagine amorevole di una certa persona, immaginala semplicemente di fronte a te. Se non puoi farlo, allora visualizzala in lontananza o di spalle.

7. Permetti a chiunque altro di presentarsi, coprilo di amorevole luce rosa e lascialo andare.

8. Se nessun altro appare, allora la pratica è terminata. Puoi aprire gli occhi.

Facile!

Se immaginare un’amorevole luce rosa è un problema, non preoccuparti – basta averne l’intenzione.

Mentre stai facendo questo esercizio, copri con la luce rosa chiunque appaia – non respingerlo. Una volta fatto, consideralo a posto così e che non sia necessario trattarlo nuovamente.

Quando una persona sarà a posto e non avrà bisogno di essere trattata nuovamente in futuro, lo percepirai.

Anche se non dovesse comparire nessuno durante la pratica, fai comunque te stesso. Ci vogliono 5 secondi.

Sembra troppo semplice per fare una qualche differenza, vero? Ma se facesse la differenza, se sanasse le tue relazioni, non varrebbe la pena prendersi una manciata di minuti al giorno?

Prova. Falla ogni giorno e sii pronto a vedere la magia.

Questa tecnica di guarigione è condivisa dagli Ishaya del Bright Path. Per maggiori informazioni sulle tecniche di meditazione del Bright Path, vai su www.thebrightpath.com.

Scarica e condividi ...